martedì 27 febbraio 2018

Easy Pumpkin Mac and Cheese per il Club del 27

La cucina Americana può essere divertente, sopratutto se sei  dieta da una settimana!!!
In passato ho preparato dei dolcini,  mai un piatto di PASTA, ma grazie al Club del 27 questa volta mi son buttata... buttata proprio nel vuoto,
anche perchè la pasta, come in questo caso non viene cotta a parte, ma tutto nella stessa pentola
insieme a tutti gli ingredienti, la nota positiva è che si consuma solo un litro d'acqua, quella negativa
è che ci vogliono un bel pò di corse per digerirla, ma chi me l'ha fatto fareeeeeee 
EASY PUMPKIN MAC AND CHEESE
PASTA CON ZUCCA E FORMAGGIO

INGREDIENTI (per 4 persone)
(1 libbra o 16 once) 450 g di fusilli 
(1 libbra o 16 once) 450 g di zucca pulita
(1 libbra o 16 once) 450 g di Salsa di Alfredo
(½ cup) 120 g di peperoni rossi grigliati
(4 cup) 0,95 l di acqua
(1/½ cup) 360 g di fontina
(¼ teaspoon) ¼ di cucchiaino di sale
(½ teaspoon) ½ di cucchiaino di pepe speziato
Cocotte cm 32 Crafond 
INGREDIENTI 

Salsa di Alfredo
200 ml panna
80 g burro
150 g di parmigiano grattugiato
Sale
Pepe
PREPARAZIONE
Salsa di Alfredo

In una padella fare sciogliere il burro a fuoco basso.
Aggiungere la panna e il parmigiano e, lentamente, portare a leggero bollore mescolando delicatamente per fare amalgamare gli ingredienti. Abbassare la fiamma e fare addensare delicatamente fino ad ottenere una crema morbida.
Aggiustare di sale e pepe a piacere.tenere da parte a fuoco quasi spento.


Dopo aver grigliato i peperoni,tagliateli a dadini, stessa cosa per la polpa di zucca.
In una pentola antiaderente versare l'acqua, la pasta, la zucca, i peperoni, la salsa di Alfredo, un terzo della fontina e il sale.
Portare a bollore quindi coprire, ridurre la fiamma e fare cuocere per una ventina di minuti mescolando spesso.
Togliere la pentola dal fuoco, aggiungere la restante fontina e lasciare coperto per 5 minuti quindi servire spolverando con pepe speziato macinato al momento.

Ricetta in Origine:
EASY PUMPKIN MAC AND CHEESE 
PREP: 5 minutes 
COOK: 20 minutes 
STAND: 5 minutes 
MAKES: 6 servings (1⅓ cups each)
·   1 16-oz. pkg. dried rotini or penne pasta
·  1 15- to 16-oz. jar Alfredo pasta sauce·  1 15-oz. can pumpkin
·  ½ cup chopped bottled roasted red sweet peppers
·  4 cups water·  ¼ tsp. salt·  ⅛ tsp. cracked black pepper
·  1½ cups shredded Fontina cheese (6 oz.)
· 1. In a 5- to 6-qt. nonstick pot combine the first seven ingredients (through black pepper). 
Stir in ½ cup of the cheese. Bring to boiling over medium-high heat, stirring frequently. Reduce heat to medium. Simmer, covered, 20 minutes or until pasta is tender, stirring frequently. Remove pot from heat. Sprinkle with the remaining 1 cup cheese. Cover; let stand 5 minutes before serving.
Serve with additional cracked black pepper
Ringrazio Gianni Senaldi per la traduzione del testo.


Consiglio di prepararla, solo se siete almeno in otto persone, 
se amate la pasta cotta cotta e se andate matti per il gusto 
super-FORMAGGIOSO 😃😃


Un Club è fatto innanzitutto di persone, con la passione del cibo, curiose di provare strade diverse a volte fuori dai nostri schemi, persone attive e solari,
non conoscevo di persona Barbara Pivetta, anche se da quello che ho letto su di lei, non si discosta poi molto dal credo di ognuno di noi.
Questa ricetta la dedico a lei... in sua memoria.....

33 commenti:

  1. Consiglio di prepararla, solo se siete almeno in otto persone,
    se amate la pasta cotta cotta e se andate matti per il gusto
    super-FORMAGGIOSO 😃😃
    Ringrazio Gianni Senaldi per la traduzione del testo.

    RispondiElimina
  2. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda.
    Io proverò a rifarla a modo mio perché sono un curioso nato e mi piace sperimentare. Quando lo farò ti terrò informata.
    Sono io che ti ringrazio per aver fatto il percorso di questa ricetta insieme
    Alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora Gianni, allora tienimi informata ed
      alla prossima ^_^

      Elimina
  3. Sei stata coraggiosa come Gianni, una pasta che lascia perplessi gli italiani, ma che sono sicura possa piacere ai ragazzini. Un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Milena, siiii coraggiosissimi siamo!! Pens che in America a febbraio di ogni anno, si tiene la giornata della PASTA ALFREDO, fettuccine al doppio burro e tanto altro, super famosa oltre oceano, il bello è che li pensano sia una ricetta tutta ITALIANA!!!!

      Elimina
  4. Adoro queste "americanate", la salsa Alfredo e tutto il resto. Un trucchetto però lo applicherei, perchè anche se non ho problemi a mangiare la pasta troppo cotta magari a qualcuno può non piacere. Unirei la pasta negli ultimi minuti di cottura per arrivare alla fine cotta al dente!
    bravissima te e il mitico Gianni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si bhe questa furbata l'ho fatta anche io... ma per arrivare alla corretta cottura, bisogna farla e rifarla...... mando avanti Gianni ;)
      Ciao Francy, grazie di essere passata ;)

      Elimina
  5. Come detto anche a Gianni, questa pasta deve essere comunque una goduria...non certo tutti i giorni, ma quella volta che hai voglia di un qualcosa di super paciugoso ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena .. si hai ragione, giusto una o massimo due volte l'anno ^_^
      Buona è buona, ma bisogna anche dire, che più di 50 g a testa è improponibile!!! Ciao Cara

      Elimina
  6. ha sicuramente un gusto particolare, e bisogna essere preparati ad assaggiare.
    ma io l'assaggerei molto volentieri, questi ammmericani sono così ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si è da assaggiare, se gli Americani, l'anno eletta nostra Ricetta Nazionale, almeno, dobbiamo renderle gloria ^_^
      Buona ma con parsimonia!!
      Ciao Elena

      Elimina
  7. Mi incuriosisce molto questa salsa, finirò per provarla sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene, la salsa Alfredo, o come la chiamano in America al doppio burro è molto buona, e se vogliamo discretamente leggera ;)
      Due fettuccine all'Alfredo e via ;)
      Ciao, grazie del passaggio

      Elimina
  8. Tutti ingredienti che amo! La proverò presto... Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziana, allora la ricetta è tua ^_^ da provare quanto prima,
      ciao buona giornata.

      Elimina
  9. Questa è davvero ammericana! e buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Americanissima, super formaggiosa, da provare almeno una volta!!

      Elimina
  10. Complimenti anche a te per la scelta di questa pasta cotta all'americana. Solo il gusto superformaggioso mi potrebbe convincere a provarla,magari al dente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala, provala, ho scoperto che è buonissima anche gratinata al forno il giorno dopo!!! Ciao Tina!!

      Elimina
  11. Prepariamoci ad una giornata intensiva di addominali e corsa per smaltire le calorie, ma ogni tanto uno strappo alla regola ci vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ecco, la strategia è corretta!!! Una tamtum è una ricetta da provare!!Ciao, buona giornata

      Elimina
  12. Da provare, magari con dosi più che dimezzate :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, si dosi almeno dimezzate, e poi all'assaggio ^_^

      Elimina
  13. Arrivo adesso da Gianni e quindi non mi resta che fare i complimenti anche a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry li prendo tutti e volentieri.
      Buona serata

      Elimina
  14. Complimenti per l'esecuzione. Sono ancora indecisa se mi piace oppure no, però mi incuriosisce tantissimo e tu e Gianni mi state tentando :)
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Daniela, diciamo che mi sono divertita a farla!! Le dosi per un Italliano medio sia per la pasta che sopratutto del formaggio devono essere rivedute, altrimenti la dose singola devi ridurla a 40/50 g di pasta!!Ciao e grazie di essere passata.

      Elimina
  15. Essendo nata a Napoli, la pasta "morbida" per me è peggio di un'eresia :)), però mi avete incuriosito e appena posso la preparerò anche io, "risottandola".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è una ricetta, da fare e rifare fino a trovare il giusto equilibrio, che varia a seconda se ti piace più o meno formaggiosa o più o meno cotta. Di sicuro la quantità di pasta DEVE essere inferiore!! Il sapore è buono anche il giorno dopo, gratinato al forno ;)

      Elimina
  16. Una ricetta certamnete "americana" ma con qualche accorgimento di socuro sarà buonissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, decisamente, l'idea di base è buona, ma ci vuole di sicuro meno burro, meno formaggio e meno pasta,oltre che meno tempo di cottura ;
      Ciao grazie del passaggio ;)

      Elimina
  17. Mi state convincendo.. Che acquolina questo piatto
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si Fabiola, dai preparlo, per una volta devi fare questo sacrificio!!

      Elimina